Post

Visualizzazione dei post da settembre, 2012

William B. King - Titoli di Testa - monogramma arte contemporanea

Immagine
"Titoli di Testa" è il titolo della mostra dell'artista americano William B. King presso la galleria d'arte contemporanea monogramma in via margutta 57 a Roma. La personale verrà inaugurata venerdi 21 settembre e sarà curata dal critico Jasper Wolf. “… Il gesto fluido come atto di continuità della neo-figurazione di William B King, è da inquadrare in un contesto non privato della sua originale appendice culturale pop ma esteso come fosse una sorta di laboratorio e osservatorio oggettivo e mondiale. In un confronto costante tra la memoria e il suo assorbimento, l’artista libera dalle speculazioni estetiche i dieci soggetti scelti e il suo modo di dipingere lo rende affine a una generazione di nuovi figurativi in bilico fra una transavanguardia approdata a New York negli anni ’80 e l’art brut dalla la risonanza evocativa . la posa statica delle figure, conduce a una introspezione psicoanalitica. .…” “… Pop - cultura di massa trasposta sul piano del privato, i ritr

monogramma & Vogue Fashion Night

Immagine
Il 13 settembre ritorna l'evento Vogue Fasion Night a Roma nel centro storico coinvolgendo i numerosi negozi con delle esposizioni e performance in tema con l'evento Vogue. La galleria monogramma di via margutta 57 organizza l'evento "Who - Man" con la performance di Miss Doretta, le fotografie di Ninni Donato ed i costumi di Vienna Kandrea. “Who-Man, fianchi stretti e talento in contenitori di cristallo. Senza lo spauracchio della recinzione forzata, fragilità e bellezza combinano la relazione complessa tra il “chi e l'uomo” in una performance che gioca per Vogue fashion night alla galleria monogramma arte contemporanea di via Margutta. L'idea è di una mostra che superi il clima mondano partendo da una percezione più ampia dello stesso. In un “circle”di rimandi ovviamente chiusi nel ragionamento del “chi” siamo quando rappresentiamo in fondo noi stessi incastrati in un cerone-verità. Nella fotografia di Ninni Donato, nessuno schermo protettivo libera